ZAFFERANO

Nei nostri terreni coltiviamo inoltre lo zafferano, conosciuto anche come “oro rosso”.

Questa preziosa spezia viene ricavata dai fiori del crocus sativus raccogliendone a mano i tre stimmi presenti all’interno, l’operazione avviene nelle prime ore del mattino prima che il fiore si apra.

La raccolta viene effettuata nei mesi di ottobre/novembre e l’essiccazione degli stimmi avviene in giornata, per preservarne tutte le qualità organolettiche.

Lo zafferano in stimmi è il migliore che si possa trovare in commercio, spesso quello in polvere che comunemente possiamo trovare al supermercato viene “tagliato” con altre spezie quali il cartamo o la curcuma compromettendone il gusto originale.

Per utilizzare lo zafferano in stimmi si deve mettere la quantità che occorre in una tazza con poca acqua calda e lasciarlo in infusione, meglio se coperto, almeno 40 minuti in modo da far sprigionare tutto il suo aroma. L’ideale è aggiungerlo a fine cottura per mantenere intatto il suo gusto. A seconda dell’utilizzo potrete usare anche un altro liquido, ed esempio brodo o latte.

La quantità occorrente per persona va dai 2/3 stimmi e comunque ne potete aggiungere la quantità desiderata sempre secondo il proprio gusto personale.

In cucina è famoso per la preparazione del risotto ma è anche consigliato per infusi o da utilizzare nei dolci.